Nuova misura del sindaco Pippi Mellone finalizzata al contenimento del contagio da Covid-19. Con ordinanza n. 154 il primo cittadino ha disposto nei confronti dei titolari di punti vendita di generi alimentari e di altri prodotti non alimentari mediante distributori automatici, l’obbligo di procedere più volte al giorno alla sanificazione con prodotti a base di alcool e cloro, delle postazioni e delle apparecchiature in ogni loro componente. Ad ogni intervento sanificatorio eseguito, il responsabile del punto vendita dovrà documentare l’attività espletata attraverso apposito foglio affisso in vista presso il punto vendita riportante giorno e ora della sanificazione eseguita.

Con lo stesso provvedimento ha obbligato le direzioni degli istituti bancari e finanziari e delle sedi postali, nonché gli esercizi commerciali, che hanno in uso dispositivi pos e postazioni bancomat, di procedere più volte al giorno alla sanificazione con prodotti a base di alcol e cloro, dei dispositivi e delle postazioni bancomat in ogni loro componente. Anche in questo caso, ad ogni intervento sanificatorio eseguito, il responsabile dovrà documentare l’attività espletata attraverso apposito foglio affisso in vista presso lo sportello pos riportante giorno e ora della sanificazione eseguita. Il provvedimento è stato notificato anche ai gestori delle due “casette dell’acqua” presenti sul territorio comunale.
Le misure, che valgono sino al 3 aprile, sono arrivate dopo un confronto del sindaco Pippi Mellone con alcuni consiglieri comunali che hanno segnalato questa esigenza.
“Dopo aver ricevuto decine di segnalazioni di cittadini che hanno riscontrato in qualche caso comportamenti non proprio esemplari – spiega il presidente del Consiglio Andrea Giuranna – mi sono confrontato con il sindaco Mellone e si è deciso di obbligare esercenti e gestori a pratiche di sanificazione. Per la verità, in tantissimi, sin dai primi giorni, con senso di responsabilità stanno procedendo in tal senso, ma ci è sembrato inevitabile obbligare tutti. A maggior ragione adesso che abbiamo la possibilità di controlli più stringenti con l’ingresso in servizio di dieci nuovi agenti di Polizia Locale”.
“Con un pizzico di superficialità in questi giorni – aggiunge il consigliere comunale Alessandro Presta – molti di noi utilizzano pos e bancomat senza alcuna precauzione. Ho notato comportamenti un po’ leggeri rispetto all’emergenza epidemiologica, visto che si tratta di postazioni e oggetti utilizzati da centinaia di persone al giorno, e per questo ho chiesto al sindaco Mellone di provvedere. Servono attenzione, pazienza, lucidità e buon senso, anche nelle piccole cose, come ormai questa situazione ci ha insegnato”.