Il Comune di Nardò aderisce anche per il 2020 a M’illumino di Meno, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2.

L’edizione 2020 della campagna di comunicazione ambientale torna domani, venerdì 6 marzo, ed è dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi. L’invito quindi è per tutti ed è quello di piantare alberi, piante, piantine e fiori e di prendersene cura. Un’iniziativa nello stesso tempo simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti. Proprio domattina l’amministrazione comunale metterà a dimora nelle aiuole della sede in via Falcone piantine di corbezzolo e lentisco, gentilmente donate dalla ditta Mello Lucio, e delle quali si prenderanno cura i dipendenti comunali.
Per frenare il riscaldamento globale, del resto, bisogna cambiare i consumi, usare energie rinnovabili, mangiare meno carne, razionalizzare i trasporti. Tutti rimedi efficaci nel lungo periodo, per i quali c’è poco tempo, mentre il termometro globale continua a salire. Ecco perché gli scienziati di tutto il mondo concordano sulla riforestazione ed ecco la ragione dell’edizione 2020 della campagna.
“Noi come sempre – dice l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio – aderiamo con convinzione alla campagna, ancor più in un’edizione dedicata all’aumento del verde intorno a noi. Un impegno non astratto, ma concreto, che riguarda tutti. Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l’erosione del suolo, regolano le temperature, insomma sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico”.