A seguito delle procedure di allertamento diramate dalla Regione Puglia e dal Dipartimento di Protezione Civile con allerta arancione a partire dalle ore 20 di ieri 23 novembre, e per le successive 24 ore, il sistema provinciale di protezione civile è stato attivato da tutti gli enti competenti al fine di mitigare le conseguenze del rischio meteorologico, idrogeologico ed idraulico.

In sede Comitato di Coordinamento convocato questa mattina in Prefettura, si è preso atto che non si sono verificati danni alle persone; ciò nonostante le precipitazioni diffuse e soprattutto i venti di burrasca sud-orientali hanno avuto un rilevante impatto sul territorio.

Nel corso della riunione, infatti, alla quale hanno partecipato i rappresentanti del Forze di Polizia, dei soggetti gestori la reta viaria e ferroviaria e dei servizi, il Coordinamento provinciale del volontariato di protezione civile e gli altri enti preposti, sono stati segnalati numerosi ingombri stradali causati da alberi, segnaletica, ed altri oggetti divelti e caduti sulla carreggiata per i quali sono stati attivati gli interventi di messa in sicurezza e rimozione.

Sono state definite le priorità di intervento tra le numerosissime richieste e promosse ulteriori collaborazioni in sede locale. Le sale operative delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco hanno provveduto tempestivamente negli allertamenti delle strutture preposte, in piena sinergia con i Coc convocati dai Sindaci, monitorando altresì le segnalazioni sulle reti ferroviarie e stradali.

In relazione al perdurare dell’allerta fino alle ore 20 di questa sera, fatte salve successive comunicazioni, resteranno aperti il Centro di Coordinamento Soccorsi provinciale e i Centri Comunali coordinati dai Sindaci.

Permane l’invito alla massima prudenza sulle strade e ad evitare spostamenti non necessari.