SPORCHIAMOCI LE MANI!

Anche Nardò e i neretini rispondono all’appello di Sporchiamoci le mani, la campagna di Nuovo Quotidiano di Puglia e Legambiente per ripulire strade e spazi pubblici del Salento deturpati dall’inciviltà e dall’immondizia. Comune di Nardò e circolo Legambiente di Nardò, infatti, hanno aderito con una iniziativa in programma domenica 5 maggio in contrada Termite, l’area rurale che sorge intorno alla masseria fortificata Torre Termite, a pochi chilometri a nord-ovest del centro abitato, in pieno agro di Arneo.

Si tratta di una zona pesantemente presa di mira dagli “sporcaccioni” e allo stato attuale emerge un panorama desolante con rifiuti di ogni sorta, nonostante l’intervento di raccolta e smaltimento eseguito un anno e mezzo fa. Una zona, peraltro, molto preziosa sia per la presenza dell’olivastro (“termide” in dialetto), pianta tipica della macchia mediterranea impiegata anticamente per le proprietà di resistenza al clima e alle patologie come portainnesto per gli ulivi da coltivazione, sia per la stessa macchia mediterranea, utilizzata per il pascolo di ovini e caprini.

Nel corso delle ultime settimane è cresciuta la mobilitazione del Salento per Sporchiamoci le mani con amministrazioni, associazioni, singoli cittadini, che si sono rimboccati le maniche per ripulire il territorio. Sono già tanti i siti ripuliti in provincia e tanti altri saranno oggetto di “attenzione” nelle prossime settimane, con l’obiettivo di difendere il Salento dagli incivili e di restituirgli un po’ di decoro, anche in vista della stagione estiva e dell’arrivo consueto di turisti e vacanzieri.

L’iniziativa del 5 maggio in contrada Termite vede in prima linea il Comune di Nardò e Legambiente Nardò, ma l’obiettivo è coinvolgere quante più persone possibile. Le associazioni, i gruppi e gli organismi che vogliono aderire, possono inviare una semplice email all’indirizzo [email protected], per i singoli basterà presentarsi puntuali all’appuntamento. Il ritrovo è alle ore 9:30 nei pressi della masseria Termite, rintracciabile su Google Maps al link http://goo.gl/maps/kHwTX e raggiungibile dalla strada per Sant’Isidoro cui si accede dalla Nardò-Avetrana. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Bianco Igiene Ambientale, che fornirà i sacchi per la raccolta e si occuperà dello smaltimento dei rifiuti.

“L’invito – dice l’assessore all’Ambiente Mino Natalizioè quello di rispondere numerosi all’appello. Non solo amministratori e attivisti, ma associazioni di ogni sorta, liberi cittadini, escursionisti, sportivi, scuole, parrocchie e chiunque abbia voglia di dare il suo contributo. Il braccio di ferro con gli incivili non può essere delegato solo alle istituzioni o a chi si occupa di ambiente, ma è una battaglia di tutti. Perché ridare dignità al territorio, alle strade rurali, alle campagne, punti di forza del nostro paesaggio, è un obiettivo di tutte le persone civili, che per fortuna sono la stragrande maggioranza. Queste aree extraurbane, spesso lontane dalla vista, non per questo meritano di essere lasciate in balia degli sporcaccioni e diventare discariche a cielo aperto”.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *