Home Cronaca UN MALORE E POI UN BREVE RICOVERO COL 118. FORZA MARCELLO!!!

UN MALORE E POI UN BREVE RICOVERO COL 118. FORZA MARCELLO!!!

ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
meetnes
plaisir
new pergola_pergola
banner fiorentino

Ha fatto rimanere col fiato sospeso le tante persone che lo stimano e gli vogliono bene. Ha accusato un malore mentre salutava i molti amici che volevano scambiare un augurio con lui, proprio davanti alla cattedrale. Troppa generosità, anche in questa campagna elettorale per la Camera. Ma, per rassicurare tutti, all’uscita dall’ospedale di Gallipoli dove ha scambiato battute con quanti gli rimproveravano lo strapazzo di questa nuova sfida, ha affidato alla Rete un breve messaggio. Forza Marcello!

Ha fatto rimanere col fiato sospeso le tante persone che lo stimano e gli vogliono bene. Ha accusato un malore mentre salutava i molti amici che volevano scambiare un augurio con lui, proprio davanti alla cattedrale. Troppa generosità, anche in questa campagna elettorale per la Camera. Ma, per rassicurare tutti, all’uscita dall’ospedale di Gallipoli dove ha scambiato battute con quanti gli rimproveravano lo strapazzo di questa nuova sfida, ha affidato alla Rete un breve messaggio. Forza Marcello!

Amiche e amici che mi state contattando in queste ore: tranquilli, sto bene! 
È stato un piccolo crollo da stress e purtroppo, essendo accaduto nei pressi della Cattedrale poco prima dell’uscita della processione per il Santo Patrono, la notizia è circolata in fretta. 
Sono commosso per il vostro affetto e i vostri messaggi di vicinanza: la campagna elettorale è breve, intensa e a basse temperature. Mi concedo qualche ora di riposo e da domani sarò di nuovo in strada con voi, per voi.
Ringrazio per l’alta professionalità i medici, gli infermieri e gli operatori del Punto di Primo intervento di Nardò, del 118 di Copertino e dell’ospedale Sacro Cuore di Gallipoli. E grazie a San Gregorio Armeno che mi sta garantendo la sua speciale protezione, e che ha un debole per gli audaci.
Marcello Risi

 

Articolo precedenteAUTO IN FIAMME. UN GIOVANE RAGAZZO ILLESO
Articolo successivoPER IL TAR LA GARA È LEGITTIMA, APRE IL CANTIERE DI VIA MARZANO