Dieci mesi di reclusione (pena sospesa) per aver offerto dieci euro ad una diciottenne per averne in cambio una prestazione sessuale. 

Dieci mesi di reclusione (pena sospesa) per aver offerto dieci euro ad una diciottenne per averne in cambio una prestazione sessuale. Palpeggiò una ragazza di 18 anni dopo averle chiesto una prestazione sessuale, offrendole dieci euro. Un 90enne ha patteggiato 10 mesi di reclusione (pena sospesa e non menzione) con l’accusa di violenza sessuale davanti al gup Stefano Sernia. Il giudice ha ritenuto congrua la pena concordata dall’avvocato difensore Andrea Bianco con il pubblico ministero Stefania Mininni.  L’uomo finì nei guai a marzo scorso quando venne denunciato a piede libero dagli agenti del locale commissariato.  L’episodio, però, risale ad alcuni giorni prima. Secondo quanto ricostruito dagli stessi poliziotti, l’anziano aveva avvicinato la giovane, chiedendole quanto volesse per una prestazione sessuale per poi offrirle 10 euro. L’uomo non esitò a mimare la prestazione richiesta, palpeggiandola nella parti intime. In soccorso della 18enne intervenne una passante, che, urlando, riuscì a mettere in fuga l’aggressore identificato nei giorni successivi.