Home Spettacolo&Cultura LA TENDA DELLA SOLIDARIETA’

LA TENDA DELLA SOLIDARIETA’

inglese
ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
inglese
neretum

Nei giorni 2-3-4 Gennaio 2018 a Nardò, su Corso Galliano (di fronte OVS) i ragazzi del Gruppo Scout “Nardò 17” allestiranno una tenda per raccogliere dolciumi (cioccolatini e caramelle) e calze che verranno utilizzati per un progetto solidale in gemellaggio con il Comune di Cascia.

 

Nei giorni 2-3-4 Gennaio 2018 a Nardò, su Corso Galliano (di fronte OVS) i ragazzi del Gruppo Scout “Nardò 17” allestiranno una tenda per raccogliere dolciumi (cioccolatini e caramelle) e calze che verranno utilizzati per un progetto solidale in gemellaggio con il Comune di Cascia.

Obiettivo dell’impresa è quello di rendere la giornata dell’Epifania un momento unico di gioia assoluta che possa far allontanare, la popolazione di Cascia, dalla tristezza e lo sconforto che li accompagnano sin dal 30 ottobre 2016 quando il terremoto ha colpito la città, distruggendola in parte. La consegna delle calze avverrà direttamente dai ragazzi neretini il 5 Gennaio 2018 a Cascia presso piazza San Francesco. I ragazzi del Gruppo “Nardò 17” si sono ispirati alle parole del fondatore del movimento scout, sir Baden Powell: “La felicità è alla portata di tutti perché, alla fin fine, essa consiste nel sapersi accontentare di ciò che si ha e nel fare per gli altri ciò che si può” . Inoltre, confidano nella bontà d’animo dei cittadini neretini e sono consapevoli del “peso” del loro “piccolo” contributo che può facilitare la realizzazione di una “grande” impresa. Si ringrazia l’amministrazione comunale della Città di Nardó in primis il sindaco Pippi Mellone per l’instancabile senso di responsabilità e abnegazione alla solidarietà e l’amministrazione comunale della Città di Cascia, il sindaco Mario De Carolis, l’assessore Monica Del Piano.

IMG 5115

Articolo precedenteUN VIAGGIO NEL PRESEPE VIVENTE DI SANTA CATERINA *VIDEO*
Articolo successivoA SANT’ISIDORO E LIDO DELL’ANCORA IL MARE SARÀ PIÙ “ACCESSIBILE”