Un 33enne neretino, esasperato dalla situazione economica, si è aggrappato sullo scheletro dell’edificio in fase di demolizione, in via Incoronata minacciando di lanciarsi. Tempestivo l’intervento della polizia.

Un 33enne neretino, esasperato dalla situazione economica, si è aggrappato sullo scheletro dell’edificio in fase di demolizione, in via Incoronata minacciando di lanciarsi. Tempestivo l’intervento della polizia.

incoronata

È accaduto nel pomeriggio di ieri, quando una telefonata giunta al numero di primo intervento, ha richiesto un sopralluogo immediato nella zona.

Dopo essersi seduto sullo scheletro dell’imponente edificio, ha deciso di lanciarsi nel vuoto. Tempestivo l’intervento degli agenti di polizia del commissariato neretino, guidati dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì.

Nonostante la situazione fosse delicata, gli uomini del commissariato hanno avviato un dialogo con il giovane per cercare di farlo desistere. Dopo le resistenze dell’uomo i poliziotti hanno vinto.