Il consiglio comunale ha eletto Andrea Giuranna alla carica di Presidente del Consiglio comunale.

Giuranna, 27 anni, laureato in giurisprudenza presso l’Università del Salento, già vicepresidente del Consiglio Comunale e componente del gruppo Giovani in Azione, ha ricevuto 19 voti, confermando la coesione della maggioranza ed il generale apprezzamento del nuovo Presidente, che prende il posto di Ettore Tollemeto, altro giovanissimo, chiamato a ricoprire un ruolo in giunta.

Proprio alla nuova giunta è stato dedicato l’intervento del Sindaco, Pippi Mellone, che ha sottolineato come questa sia forte, competente e ancora una volta rispettosa della pari partecipazione uomo-donna, con ruoli di primo piano per le donne presenti in Giunta. Il Sindaco ha rivolto, inoltre, un saluto a quanti hanno portato il proprio contributo al primo anno di azione amministrativa, ovvero agli ex assessori Giulia Tedesco, ringraziata per l’estrema disponibilità e sensibilità con la quale ha adempiuto ai propri compiti, Francesco Plantera, ringraziato per aver concluso positivamente la regia della “più bella estate di sempre”, Graziano De Tuglie, al quale Pippi Mellone ha rivolto un affettuoso saluto di carattere personale.

Il sindaco ha salutato i due consiglieri subentranti Marcello Greco e Tony Romano (entrambi di Andare Oltre) e l’ex presidente del consiglio comunale Pinuccio Caputo, bandiera storica del MSI, presente nella Sala Consiliare durante il consiglio. Il sindaco ha inoltre sottolineato l’indipendenza dell’amministrazione comunale di Nardò rispetto a qualsiasi riferimento politico extra cittadina. “Questa è la mia giunta – ha detto Mellone – perché, com’è noto, nessuno può imporre collaboratori”, richiamando lo stacanovismo, la dedizione totale, la passione che è dovuta alla Città di Nardò, ai cittadini e visitatori.
Il consiglio comunale ha poi affrontato gli altri temi all’ordine del giorno, approvando lo schema di convenzione per l’iniziativa di attrazione degli investimenti ELENA, che prevede investimenti per circa 17 milioni di euro sulla città di Nardò.
L’assise comunale ha inoltre modificando il regolamento TOSAP al fine di chiarire, dopo anni di problemi nati dalle diverse interpretazioni della normativa, come questa debba essere applicata lungo le mura della città vecchia. La modifica del regolamento è, quindi, un ulteriore provvedimento a sostegno delle imprese locali.