Seconda vittoria consecutiva per la Frata “Andrea Pasca” Nardò. Dopo quella interna contro Chieti, i granata di coach Quarta superano al PalaPulerà, per 69-79, un Catanzaro dall’età media molto bassa e duro a morire. Con questo successo, il Toro stacca in classifica proprio i giallorossi calabresi.

La gara è contraddistinta da un certo equilibrio per i primi 20′ di gioco. Nardò prova ad imprimere buone trame ma Catanzaro denota buona vena realizzativa e non si fa staccare. Gaetano e il neo arrivato Locci creano buone trame offensive; sponda granata Visentin è prezioso nel pitturato con Banach che lotta e combatte. Prima dell’intervallo lungo il parziale recita 34-38 in favore degli ospiti.

Al rientro la musica non cambia: il terzo quarto si chiude sul 19-19. Sale in cattedra un mostruoso Zampolli (top scorer con 27 punti) assistito da Drigo e Bonfiglio e la Frata Nardò piazza l’allungo decisivo nell’ultimo quarto. Termina 69-79 con un finale in volata ed in prepotente controllo da parte dei granata, che sorridono anche per il recupero di Mastrangelo (nella foto in alto) dopo l’infortunio. Altri due punti in cassaforte. Ora non ci sono più dubbi: il Toro c’è, è vivo e strappa gli applausi dell’Onda Granata, come di consueto presente nonostante i circa 400 km di lontnanza da casa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here