Domani, mercoledì 21 novembre, è la Festa dell’Albero, una giornata dedicata agli alberi e al loro indispensabile contributo alla vita. Anche la città di Nardò “celebra” l’evento con una iniziativa dell’Istituto Comprensivo Polo 1 che coinvolge le scuole dell’Infanzia, di Primaria e di Secondaria di primo grado. Si tratta di una manifestazione patrocinata dal Comune di Nardò, che si svolgerà in collaborazione con Bianco Igiene Ambientale e con Arif Puglia, che ha fornito i giovani alberi che domani gli studenti metteranno a dimora nei cortili del plessi “Giovanni XXIII” di piazza Umberto e “Don Lorenzo Milani” di via Crispi. Il percorso didattico di preparazione alla giornata di domani si chiama Il valore del verde… è vita! e rientra nel progetto L’impronta ecologica, che ha visto gli studenti impegnati a riflettere sul valore degli alberi nella loro biodiversità e come metafora della vita.

La Festa dell’Albero coincide non a caso con la Giornata Nazionale dell’Albero, riconosciuta con la Legge n. 10/2013, che si celebra il 21 novembre di ogni anno con l’obiettivo, attraverso la valorizzazione e la tutela dell’ambiente e del patrimonio arboreo e dei boschi, di promuovere politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani. Accanto alle iniziative per la Giornata Nazionale dell’Albero si svolgono dunque anche quelle per la Festa dell’Albero, un’iniziativa che ha radici che affondando in un’antica tradizione della nostra cultura.

“La Festa dell’Albero – spiega il dirigente del Polo 1 Maria Gabriella Caggeseè un momento per ricordare a tutti che la tutela ambientale passa per la salvaguardia di boschi e foreste. È un appuntamento che lega la Terra al futuro dell’uomo, di cui l’albero è simbolo per eccellenza come ci narrano tutte le tradizioni. Condividere con le famiglie questa festa serve anche a creare una sana coscienza ecologica: rispettare l’ambiente significa rispettare la vita stessa”.

Alla manifestazione, infatti, sono state invitate le mamme in dolce attesa che assisteranno alla messa a dimora di un albero per ogni bambino in arrivo. Il gesto simbolico celebra la nascita e rivela la fiducia che il genere umano ripone negli alberi, simboli della vita. La giornata sarà piena di altre iniziative: canti, filastrocche, giochi, letture, incontri di arricchimento e momenti di condivisione. Parteciperanno anche gli assessori all’Ambiente e all’Istruzione Mino Natalizio e Maria Grazia Sodero e gli operatori di Arif, che affiancheranno gli alunni per la messa a dimora delle nuove piante.

“La Festa dell’Albero – spiega Mino Natalizioè nata per favorire la crescita di una mentalità ecologica nelle nuove generazioni e per lanciare un messaggio chiaro: nella salvaguardia dell’ambiente c’è il futuro dell’uomo. Sul presupposto fondamentale che gli alberi hanno la capacità di tutelare e favorire la vita, assorbendo l’anidride carbonica, rilasciando ossigeno, impedendo i dissesti idrogeologici e proteggendo la biodiversità”.

“Festeggiare gli alberi – aggiunge l’assessore all’Istruzione Maria Grazia Soderoè una consuetudine che risale agli antichi Romani, che consacravano i boschi al culto delle divinità. La Giornata dell’Albero e la Festa dell’Albero sono nel solco di questa nobile tradizione, che ieri come oggi, magari passando dalle scuole, intende creare una sana coscienza ecologica nelle generazioni future. Che peraltro si troveranno ad affrontare emergenze ambientali sempre nuove e su scala globale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here