Al via i lavori per la nuova scuola di via Marzano, che sarà completata entro 600 giorni. Si tratta di un investimento da un milione e seicento quattro mila euro.

Il vecchio “prefabbricato” verrà definitivamente abbattuto per consentire la ricostruzione di una scuola più moderna, accogliente, confortevole e sostenibile.

Ieri, 10 aprile 2018, alla presenza dell’assessore Capoti (Lavori pubblici), della ditta aggiudicataria, del direttore dei lavori e della dirigente scolastica Tommasa Michela Presta,, si è svolto il passaggio di consegna tra gli uffici comunali e la ditta che svolgerà i lavori. La nuova scuola di via Marzano verrà realizzata con fondi che derivano in parte da un finanziamento derivante dai piani regionali di edilizia di scolastica e per il restante con fondi comunali individuati dal settore economico finanziario

Occorre sottolineare, inoltre, che il Bando per l’affidamento dei lavori è stato pubblicato nel novembre 2017 ma una delle aziende concorrenti, non essendosi aggiudicata l’appalto, ha presentato un ricorso al Tar di Lecce, eccependo alcune presunte irregolarità della procedura di gara e chiedendone l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia. Il Comune di Nardò, ritenendo insussistenti le irregolarità lamentate dalla ditta ricorrente, si è difeso con l’avvocato Paolo Gaballo, che nel giudizio ha fatto valere le ragioni dell’ente. Il Tar, ha accolto pienamente le tesi del difensore del Comune ed ha respinto il ricorso ritenendolo infondato nel merito. Con la stessa sentenza il giudice amministrativo ha anche condannato la ditta ricorrente a pagare le spese di giudizio in favore del Comune di Nardò.

Nel corso degli ultimi mesi l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale è stato quello di velocizzare al massimo le procedure di aggiudicazione dei lavori e di ridurre, per quanto possibile, le difficoltà e i disagi dei bambini e delle loro famiglie, dovute al cambio di sede. Le classi della scuola primaria sono attualmente al primo piano dell’edificio di via Bologna, sulla quale è stato compiuto un profondo intervento di adeguamento e adattamento, mentre quelle della scuola dell’infanzia sono ospitate nella struttura di via Marinai d’Italia. Per queste ultime classi, peraltro, l’amministrazione comunale ha istituito una corsa aggiuntiva del servizio di trasporto scolastico.

“Abbiamo superato i ricorsi e diverse difficoltà tecniche – dice il Sindaco, Pippi Mellone – ma, come abbiamo dimostrato in altre occasioni (mensa, parchi gioco, campi da gioco, biblioteca, progetti di lettura) riteniamo che ai bambini debba essere dedicato il meglio della nostra azione amministrativa! Adesso, finalmente, iniziamo con la demolizione, che verrà ultimata prima dell’estate. Entro 600 giorni i nostri bambini avranno la nuova scuola. Un’opera attesa da 30 anni. L’ennesimo obiettivo centrato dalla nostra Amministrazione.”