Continuiamo a parlare di programmazione come unico comune denominatore nelle politiche intraprese dall’Amministrazione Mellone. In questa occasione particolare ci teniamo a esprimere un plauso  ai due assessori di Andare Oltre, Ettore Tollemeto e Giulia Puglia, rispettivamente impegnati negli ambiti della cultura e del turismo, settori strategici per lo sviluppo della nostra Città.

Negli ultimi giorni l’impegno dei due assessori è stato particolarmente intenso e si è concentrato nel miglioramento dell’offerta turistica e nella creazione di nuovi attrattori culturali. Ci riferiamo in particolare ai nuovi servizi digitali e di informatizzazione che dalla prossima stagione estiva caratterizzeranno l’ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica presente in piazza Salandra, nonché l’allestimento della sala dell’ammezzato nell’attuale Palazzo di Città che ospiterà decine di opere d’arte di rilevante pregio storico e culturale.

All’interno dello IAT, oltre ai normali dati sulla provenienza e tempo di permanenza dei turisti, saranno finalmente raccolte altre informazioni utili ai fini del miglioramento dell’offerta così da giungere preparati all’anno successivo e magari destagionalizzando i periodi di vacanza. Anche l’immagine degli operatori sarà curata e coordinata persino nell’abbigliamento.

Per ciò che concerne il Museo della Città e del territorio possiamo dire che, dopo il Centro Studi Bodini, è l’ennesimo progetto in continuità con l’idea fisiologica di riconversione degli spazi all’interno del Castello Acquaviva in contenitori culturali. Questa mostra permanente curata dall’architetto Giancarlo De Pascalis arricchirà ulteriormente la già fitta rete museale.

A dispetto di quello che viene sostenuto dai soliti detrattori possiamo dire quindi che questa Amministrazione ha intrapreso un percorso ben definito, volto alla valorizzazione del patrimonio come strumento di crescita economica e sociale.

Tutto ciò rientra nelle aspettative che la Città riponeva in noi e questi risultati, accolti con entusiasmo, non possono che renderci orgogliosi.

 

Luigi Maritati

Segretario Cittadino Andare Oltre