Sono appena trascorsi cinque mesi dal lancio ufficiale del sito Nardog.it e nonostante i tempi siano maturi solo per tirare un bilancio parziale l’Associazione Mai Più Randagio, che lo ha realizzato e lo gestisce aggiornandolo costantemente, ci tiene a fornire alla Città un puntuale resoconto sui risultati raggiunti attraverso questo strumento.

Come certamente tutti ricorderanno il portale online Nardog, fortemente voluto dal Sindaco Pippi Mellone e dal Consigliere comunale delegato al randagismo Gianluca Fedele, nasce con l’obiettivo di promuovere i cani accalappiati sul territorio neretino e ricoverati nelle strutture private di Corigliano d’Otranto, Castrì e Casarano. Lo scopo inoltre è quello di fornire alle famiglie desiderose di adottare uno o più cani delle informazioni utili (taglia, sesso, età, ecc.) e pertanto la scelta non comporterà necessariamente la visita in tutte le tre strutture.

Ad oggi i visitatori che hanno sfogliato le schede di presentazione inserite nel sito sono stati oltre quattromila e 17 i cani che hanno lasciato i rifugi privati grazie alle informazioni da noi fornite dopo il contatto. Questi naturalmente sono numeri che contiamo di aumentare ma che vanno comunque moltiplicati per le circa 800 euro l’anno che il Comune spende per il mantenimento di ognuno di loro: un risparmio oggettivo per la collettività. A margine vanno aggiunti anche i tre dei cinque cani reimmessi sul territorio che grazie all’impegno di tutta la rete di volontari hanno trovato una sistemazione domestica.

Le storie di ciascun cane “salvato” sono indistintamente suggestive e commoventi ma tra tutte emergono quelle delle sorelline Fiamma e Vicky, due vecchiette di circa 12 anni, accalappiate nel 2006 che hanno trascorso nel canile quasi la totalità della loro esistenza. Per le tante anime come loro continua inesauribile il nostro impegno di informazione e sensibilizzazione nell’illusione che ciò serva a maturare una più consapevole coscienza civica sull’argomento e si arresti finalmente la piaga dell’abbandono.

 

Associazione Mai Più Randagio

Il direttivo