Home / Politica / FEDELE: “CICLABILI E MOBILITÀ: 10, 100, 1000 PIROETTE DELLA SGANGHERATA OPPOSIZIONE”

FEDELE: “CICLABILI E MOBILITÀ: 10, 100, 1000 PIROETTE DELLA SGANGHERATA OPPOSIZIONE”

Alle piroette dell’opposizione siamo ormai abituati, tuttavia qualcuna ci sorprende ancora. L’ultima trovata è che loro non sono contrari alle piste ciclabili. Le ciclabili vanno benissimo, tranne però quelle di Mellone, che sono brutte e sporche. Piroetta meravigliosa.

Tutte le opere pubbliche delle città del mondo, gli eventi, le iniziative, le scelte amministrative delle città e dei sindaci del mondo intero, vanno bene. Ad eccezione di quelle di Pippi Mellone.

Sono talmente favorevoli alle ciclabili che, dopo anni di lavori, sono stati loro a inaugurare per primi un pezzettino di pista ciclabile. Giusto. Peccato che la ciclabile di via Caduti di via Nassijria colleghi il “nulla A” al “nulla B” e che tale tratto avrà veramente una utilità concreta appena il cantiere di Ciclonardò sarà terminato e tutta le rete ciclabile della città sarà potenziata definitivamente. Altra piroetta della logica.

L’utilità dei percorsi ciclabili non si misura dal fatto di essere a servizio delle ville. Le ciclabili sono utili se servono al popolo, ai quartieri popolari, all’intera città.

Scendono in piazza contro Ciclonardò, però si dicono favorevoli alle piste ciclabili. Peraltro, con un volantino invitano i cittadini all’angolo di via Cecchi, che è dall’altra parte della città. Una piroetta della toponomastica. La gaffe clamorosa imporrebbe un ritiro in buon ordine e la cancellazione immediata dell’iniziativa per manifesta ignoranza. Imporrebbe, se fossero altri.

Da due anni l’amministrazione comunale informa con estrema trasparenza e a cadenza regolare sui bandi della mobilità, sulla ferma volontà di sfruttarne le opportunità, sui progetti preliminari, sugli avvenuti finanziamenti, sui progetti esecutivi, sulle aggiudicazioni dei lavori. Silenzio tombale e implicita approvazione. Poi un giorno, con il cantiere a metà, si svegliano e protestano perché le piste sono “inutili e dannose” e, addirittura, si dicono pronti a smantellarle! Però, non occorre dimenticarlo, loro sono favorevoli alle piste ciclabili… ma solo quelle a servizio di qualche villa.

Piroetta anche qui.

Gianluca Fedele

Consiglio comunale di Nardò 

Capogruppo Andare Oltre 

About Redazione

Leggi anche

“L’OPERA SEME” – UN PROGETTO DI ECONOMIA SOCIALE E CULTURALE AL VIA NELLA NOSTRA DIOCESI

È partito ufficialmente il Progetto Opera Seme della Caritas della Diocesi di Nardó-Gallipoli basato sui …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA LA NOSTRA APP!