Home / Cronaca / BILANCIO OK, PASSA LA DELIBERA CON EQUILIBRI E ASSESTAMENTO

BILANCIO OK, PASSA LA DELIBERA CON EQUILIBRI E ASSESTAMENTO

Il Consiglio comunale ha approvato ieri sera la delibera relativa alla salvaguardia degli equilibri di bilancio e all’assestamento generale per l’esercizio 2019. Si tratta di un “passaggio” disciplinato dall’art. 193 del T.u.e.l., con il quale gli enti locali, da un lato, verificano l’andamento delle entrate e delle spese come previste nel bilancio preventivo al fine di appurare se lo stesso, per la parte corrente e per la parte capitale, risulti in linea con gli stanziamenti previsti e non contempli possibili situazioni di squilibrio. Dall’altro, attuano la verifica generale di tutte le voci di entrata e spesa al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio.

“Le regole – ha spiegato in aula l’assessore al Bilancio Gianpiero Lupoci impongono di fare in questo periodo dell’anno una “fotografia” dello stato di salute del bilancio, al fine di fare eventuali e opportune correzioni utili ad evitare situazioni di disavanzo. La “fotografia” che ricaviamo è ottima e non abbiamo riscontrato problemi di sorta, come certificato anche dal parere positivo del collegio dei revisori dei conti”.

L’opposizione, nel corso della discussione della delibera, ha rilevato che l’art. 193 prevede che la verifica debba avvenire entro il 31 luglio di ogni anno, circostanza peraltro portata all’attenzione della Prefettura. Il segretario generale Antonio Scrimitore ha chiarito in aula che non si tratta di un termine perentorio, tanto da non aver indotto la Prefettura a diffidare in alcun modo il Comune di Nardò.

“Colpiscono – ha replicato duramente il sindaco Pippi Mellonei vuoti di memoria dell’opposizione e del consigliere Piccione in particolare, che in aula oggi rappresentano l’amministrazione Risi, che era quella che incredibilmente votava i bilanci di previsione il 19 dicembre, con tutto ciò che significa sul piano gestionale e amministrativo, e che è stata capace di ricevere ben 5 diffide dalla Prefettura per il mancato rispetto dei termini. A noi, per colpa di questi terribili vuoti di memoria, fanno le pulci perché abbiamo sforato di qualche settimana un termine non perentorio, che non ha comportato alcuna conseguenza per l’ente”.

Sempre nella seduta di ieri si è provveduto anche alla elezione del vice presidente vicario, carica vacante dopo le dimissioni del consigliere Antonio Vaglio. L’assise ha eletto Eleonora Colazzo (Andare Oltre) con 17 preferenze.

“Sono felice – ha commentato il presidente Andrea Giurannache si tratti di una donna capace e di un’amica che saprà indubbiamente affiancarmi in questo delicato ruolo. In bocca al lupo”.

About Redazione

Leggi anche

NO ALLA SOSTENIBILITÀ E ALLE BICICLETTE, MA SÌ A CHE COSA?

Lucidi e “sul pezzo” come sempre, i consiglieri di opposizione organizzano una manifestazione contro le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA LA NOSTRA APP!