IL SINDACO MELLONE SUL MANIFESTO DELLA CAMPAGNA PUGLIA, MAI REGIONE DI PLASTICA

C’è anche il sindaco Pippi Mellone tra i 54 pugliesi che hanno deciso di “mettere la faccia” sul manifesto della campagna Puglia, mai regione di plastica, lanciata dall’associazione culturale “L’isola che non c’è” di Latiano e già “sposata” da Regione Puglia, Asl, università, altri enti e organizzazioni pugliesi, oltre che da numerose aziende private. Sul manifesto anche il sindaco di Bari Antonio Decaro, altri politici e amministratori pugliesi, il cantante Al Bano Carrisi. Una versione maxi del manifesto campeggia da qualche giorno sulla nuova sede della Regione Puglia a Bari.

“I prodotti in plastica monouso – ricorda il primo cittadino – rappresentano circa il 70% dei rifiuti nei mari del mondo. Al di là di ogni altra considerazione, credo che questo sia un dato sconvolgente. In attesa di decisioni nette a livello internazionale, facciamo la nostra piccola parte. È arrivato il momento di dire davvero basta alla plastica e anche nella nostra città faremo una grande iniziativa di sensibilizzazione, che sia però già un atto concreto di riduzione dell’usa e getta”.

L’obiettivo della campagna è concordare una strategia comune per limitare l’uso della plastica monouso in Puglia, dai piatti delle mense scolastiche ai bicchieri delle macchinette distributrici di bevande collocate in enti, ospedali, scuole, dai contenitori di plastica degli esercizi a tutte le attività e i luoghi in cui viene normalmente utilizzata la plastica. Ciò anche in considerazione del divieto Ue, entro il 2021, di utilizzo di alcuni prodotti in plastica monouso (posate, piatti, cannucce, miscelatori per bevande e bastoncini per palloncini). La campagna sta funzionando e le adesioni di soggetti pubblici e privati si stanno moltiplicando. L’adesione personale del sindaco Pippi Mellone diventerà poi un’adesione formale dell’amministrazione comunale, che sta mettendo a punto una iniziativa specifica di concerto con il circolo neretino di Legambiente, dedicata agli esercizi commerciali e agli operatori economici della città.

“L’idea di fondo, condivisa con l’assessore alle Attività Produttive Giulia Puglia e con Legambiente – spiega l’assessore all’Ambiente Mino Natalizioè quella di spronare tutte le attività della città a bandire o ridurre fortemente la plastica usa e getta. Chi lo farà, guadagnandosi l’etichetta di esercizio “plastic free”, riceverà un logo da esporre e sarà inserito in una lista di operatori virtuosi che l’amministrazione promuoverà in ogni modo e presenterà anche ai turisti. La maggior parte dei nostri concittadini, i turisti, chi viene in città per lavoro o per altri motivi, sono ormai profondamente sensibili alle tematiche ambientali e su ognuno di loro, grazie a questa iniziativa, gli operatori commerciali “plastic free” avranno senza dubbio un vantaggio competitivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top