COL PIEDE INGESSATO SEGUENDO L’ORTOPEDICO. TRE ANNI E MEZZO PER UN NERETINO

E’ stato rintracciato dalla polizia dopo quasi un mese di irreperibilità in casa della nonna. Ora è nel carcere di Borgo San Nicola dove dovrà scontare tre anni e mezzo. Dalla procura di Lecce, infatti, era giunto l’ordine al commissariato di Nardò di arrestare Luca Elio My, 34 anni, noto alle cronache per diversi episodi tra i quali il più noto riguarda il tentativo di estorsione perpetrato ai danni della troupe che, nell’estate 2014, stava girando un film nel centro storico con il famoso attore Raul Bova. Si trattava della megaproduzione italiana “Sei mai stata sulla luna?” di Paolo Genovese. In quel frangente My in compagnia di un complice tentò di ottenere diverse decine di migliaia di euro dagli addetti della società di produzione compiendo anche un furto di attrezzature e danneggiamenti, come avvertimento.
Dal 19 febbraio, dunque, la polizia era sulle sue tracce per fargli scontare condanne definitive per i reati di estorsione in concorso e furto aggravato. Dopo alcuni tentativi di fermarlo, però, è stato considerato irreperibile fino alla “pista medica”. Gli investigatori, infatti, hanno seguito i passi di un ortopedico che, ignaro di tutto, era stato convocato in casa di una anziana donna per una visita domiciliare. Alla sua uscita sono entrati in azione gli uomini del commissariato con la collaborazione della squadra mobile: era la casa della nonna di My e l’uomo era al suo interno, con un piede ingessato a causa di una caduta dalla moto, così come ha dichiarato agli agenti.

Top