La capitaneria di porto di Gallipoli chiamata per un intervento.

Ma quando i militari arrivano con l’imbarcazione di servizio i due giovani avevano superato il presunto momento “difficile”. Per la verità, ed è una seconda versione dei fatti, chi ha chiamato per telefono la guardia costiera forse si è allarmato (ed ha fatto bene…) notando che il mare si ingrossava e che i due si allontanavano sempre di più dalla spiaggetta di Santa Maria al Bagno. I due nuotatori, infatti, erano “provetti” e stavano portando a termine la solita nuotatina fino alla Punta dell’aspide.